Noi Quotes

Authors: A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z
Categories: A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z
la-vergine-che-passa-su-di-noi
linferno-e-il-paradiso-sono-tutti-e-due-dentro-di-noi-oscar-wilde
e-tutto-congiura-tacere-di-noi-in-parte-come-vergogna-o-forse-come-speranza-indicibile-rainer-maria-rilke
avevamo-entrambi-voglia-di-morire-e-di-rinascere-cancellando-il-john-e-lo-sherlock-risorgendo-nel-noi-cristina-bruni
si-spostano-velocemente-le-nuvole-verso-il-mare-fulmini-nel-cielo-e-noi-li-a-guardare-e-a-sognare
estata-reale-prima-di-tutti-noi-siamo-solo-nati-ottocento-anni-troppo-tardi-per-poterla-incontrare-cecilia-randall
noi-tutti-siamo-esiliati-entro-lo-cornici-di-uno-strano-quadro-chi-sa-questo-viva-da-grande-gli-altri-sono-insetti-leonardo-da-vinci
noi-siamo-la-nostra-storia-la-raccontiamo-per-rimanere-vivi-o-mantenere-in-vita-quelli-che-raccontiamo-niall-williams
quello-che-dovremmo-capire-e-che-noi-siamo-tutta-la-storia-non-solo-quel-personaggio-alessandro-baricco
quella-strada-del-passato-si-srotolava-confusamente-di-fianco-noi-come-se-la-tazza-della-vita-si-fosse-rovesciata-e-ogni-cosa-fosse-impazzita-jack-kerouac
ognuno-di-noi-porta-sempre-con-se-cie-che-e-stato-le-persone-che-eravamo-sono-come-strati-cresciuti-uno-sopra-laltro-lucy-foley
lo-sai-va-cos-noi-drsquoamore-non-si-muore-mai-ma-pi-in-l-spinti-si-dai-fantasmi-della-libert-tocca-me-perderti-per-difendermi-dagli-occhi-tuoi-non-umberto-tozzi
de-atunci-femeiaascunde-sub-pleoapeo-taina-sisi-misca-geana-parcar-zice-ca-ea-stie-ceva-ce-noi-nu-stim-ce-nimenea-nu-stie-nici-dumnezeu-chiar-lucian-blaga
la-coscienza-e-la-scoperta-che-noi-non-siamo-siamo-un-divenire-ma-non-siamo-un-essere-carmelo-bene
obraz-fara-fard-cu-zambetul-larg-lasa-rochia-sa-cada-mana-sa-atinga-ochii-mei-sa-vada-umerii-goi-coapsele-moi-hai-sa-dam-foc-la-hainele-de-pe-noi-smiley
e-questo-che-ammiro-nella-giovente-italiana-il-lento-scemare-delle-ambizioni-la-consapevolezza-che-il-meglio-e-di-gran-lunga-alle-spalle-noi-americani-abbiamo-molto-da-imparare-d
un-luogo-non-e-mai-solo-quel-luogo-quel-luogo-siamo-un-po-anche-noi-in-qualche-modo-senza-saperlo-ce-lo-portavamo-dentro-e-un-giorno-per-caso-ci-siamo-arrivati-antonio-tabucchi
crisi-esistenziale-testo-e-musica-savio-de-martino-chi-sono-io-per-sentirmi-un-dio-e-chi-sei-tu-per-decidere-chi-siamo-noi-non-lo-sapremo-mai-ma-certo-sta-che-non-siamo-eroi-il-m
quando-cerchiamo-di-ingannare-gli-altri-volte-ci-riusciamo-volte-no-ma-quando-cerchiamo-di-ingannare-noi-stessi-le-nostre-percentuali-di-successo-sono-eccezionali-e-in-continua-a
Bisognerebbe saper attendere, raccogliere, per una vita intera e possibilmente lunga, senso e dolcezza, e poi, proprio alla fine, si potrebbero forse scrivere dieci righe valide. Perche i versi non sono, come crede la gente, sentimenti (che si acquistano precocemente), sono esperienze. Per scrivere un verso bisogna vedere molte citte , uomini e cose, bisogna conoscere gli animali, bisogna capire il volo degli uccelli e comprendere il gesto con cui i piccoli fiori si aprono al mattino. Bisogna saper ripensare a itinerari in regioni sconosciute, a incontri inaspettati e congedi previsti da tempo, a giorni dell'infanzia ancora indecifrati, ai genitori che eravamo costretti a ferire quando portavano una gioia e non la comprendevamo (era una gioia per qualcun altro), a malattie infantili che cominciavano in modo cose¬ strano con tante profonde e grevi trasformazioni, a giorni in stanze silenziose e raccolte e a mattine sul mare, al mare sopratutto, a mari, a notti di viaggio che passavano con un alto fruscio e volavano assieme alle stelle - e ancora non e¨ sufficiente poter pensare a tutto questo. Bisogna avere ricordi di molte notti d'amore, nessuna uguale all'altra, di grida di partorienti e di lievi, bianche puerpere addormentate che si rimarginano. Ma bisogna anche essere stati accanto ad agonizzanti, bisogna essere rimasti vicino ai morti nella stanza con la finestra aperta e i rumori intermittenti. E non basta ancora avere ricordi. Bisogna saperli dimenticare, quando sono troppi, e avere la grande pazienza di attendere che ritornino. Perche i ricordi in se ancora non sono. Solo quando diventano sangue in noi, sguardo e gesto, anonimi e non pie¹ distinguibili da noi stessi, soltanto allora pue² accadere che in un momento eccezionale si levi dal loro centro e sgorghi la prima parola di un verso.

Rainer Maria Rilke
bisognerebbe-saper-attendere-raccogliere-per-una-vita-intera-e-possibilmente-lunga-senso-e-dolcezza-e-poi-proprio-alla-fine-si-potrebbero-forse-scrivere-dieci-righe-valide-perche
?Earn cash when you save a quote by clicking
EARNED Load...
LEVEL : Load...