Andare Quotes

Authors: A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z
Categories: A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z
perche-non-ce-nessun-altro-dal-quale-andare-bisogna-pure-che-ogni-uomo-abbia-qualche-posto-dove-andare-poiche-ci-sono-momenti-in-cui-assolutamente-bisogna-andare-da-qualche-parte
dobbiamo-andare-e-non-fermarci-finche-non-siamo-arrivati-dove-andiamo-non-lo-ma-dobbiamo-andare-jack-kerouac
vorrei-andare-in-cima-alla-collina
poi-andare-sopra-un-palco-per-compenso-o-lemozione
non-si-pue-vivere-in-questo-mondo-ma-non-ce-nessun-altro-posto-dove-andare-jack-kerouac
umoristica-medica-gli-specialisti-sono-mistici-e-sapienti-come-i-magi-ma-funzionano-al-contrario-sei-tu-che-devi-andare-da-loro-niall-williams
a-volte-le-cose-non-si-possono-sistemare-a-volte-e-impossibile-cancellare-tutto-e-ricominciare-da-capo-a-volte-bisogna-solo-lasciare-andare-antonella-senese
e-la-possibilite-non-la-garanzia-quella-che-mi-fa-andare-avanti-una-specie-di-scomessa-da-parte-mia-e-chiamatemi-pure-pazzo-o-sognatore-o-quel-che-vi-pare-io-credo-che-tutto-sia-
insomma-una-brutta-domenica-di-settembre-di-quel-settembre-traditore-che-vi-lascia-andare-un-colpo-di-mare-fra-capo-e-collo-come-una-schioppettata-fra-i-fichidindia-giovanni-verg
i-personaggi-le-frasi-e-le-parole-trovate-nei-libri-sono-come-ponti-che-ti-permettono-di-spostarti-da-dove-sei-verso-dove-vuoi-andare-e-quasi-sempre-e-un-ponte-che-unisce-il-tuo-
TI ALZI LA MATTINA E' SEMPRE TUTTO UGUALE T'INCAZZI PER UN NIENTE SE HAI DORMITO MALE IL BAGNO E' OCCUPATO E TU T'INNERVOSISCI LA COLAZIONE IN FRETTA E POI DI CORSA ESCI TRAFFICO MALEDETTO E LA CITTA' IMPAZZISCE ENTRI IN UFFICIO TARDI IL CAPO TI AGGREDISCE LA SEGRETARIA CHE SI FA DESIDERARE PRIMA SORRIDE E POI E E POI E POI MI FAI UNO SQUILLO DICI TORNO ALLE SEI COMPRARE IL PANE E UN FRIGO E I BISCOTTINI PER JACK SAI CHE STASERA ZIA LIDIA VIENE A CENA DA NOI NON LO SAI A CHE PENSI CHE FAI VADO AL MARE SENZA DI TE VADO AL MARE PERO' SE VIENI CON ME VADO AL MARE SE NON VIENI PEGGIO PER TE VADO VIA VADO VIA VADO VIA SIRENE SPIAGGIA E SOLE AL BAGNO SESSANTUNO L'ESTATE CHE A RICCIONE E' BELLA DI SICURO MA COME FACCIO A STARE ANCORA IN RITORNO A CASA IN FRETTA PER PORTARE IL FRIGO DALLA FINESTRA AL MONDO CHE CAMMINA SU E GIU' PRENDO ZIA LIDIA PARTO E NON RITORNO MAI PIU' LA VIGILESSA STRONZA MI FA LA MULTA E GRIDA DOVE VAI DOVE VAI DOVE VAI VADO AL MARE SENZA DI TE VADO AL MARE PERO' SE VIENI CON ME VADO AL MARE SE NON VIENI PEGGIO PER TE VADO VIA VADO VIA VADO VIA VADO AL MARE SENZA DI TE VADO AL MARE PERO' SE VIENI CON ME VADO AL MARE SE NON VIENI PEGGIO PER TE VADO VIA VADO VIA VADO VIA PENSARE CHE FRA UN'ORA E MEZZO APPENA FARO' UN TUFFO IN MEZZO AL MARE E CONTERO' LE STELLE AD UNA AD UNA INSIEME A TE PER NON VOLERE ANDARE PIU' VIA TI VESTI LA MATTINA E COSI' SPLENDE IL SOLE TI BUTTI SULLA SABBIA POI TI LASCI ANDARE E FARE TUTTO E NIENTE SENZA LAVORARE TI LASCI TRASPORTARE DALLE ONDE DEL MARE TI VESTI LA MATTINA E COSI' SPLENDE IL SOLE TI BUTTI SULLA SABBIA POI TI LASCI ANDARE E FARE TUTTO E NIENTE SENZA LAVORARE TI LASCI TRASPORTARE DALLE ONDE DEL MARE NO QUEST'ANNO AL MARE NON ANDRO' CON TE SULLA SPIAGGIA CON TE SULLA SPIAGGIA NO QUEST'ANNO AL MARE NON ANDRO' CON TE SULLA SPIAGGIA CON TE SULLA SPIAGGIA NON CI STO

360 Gradi
ti-alzi-la-mattina-e-sempre-tutto-uguale-tincazzi-per-un-niente-se-hai-dormito-male-il-bagno-e-occupato-e-tu-tinnervosisci-la-colazione-in-fretta-e-360-gradi
crisi-esistenziale-testo-e-musica-savio-de-martino-chi-sono-io-per-sentirmi-un-dio-e-chi-sei-tu-per-decidere-chi-siamo-noi-non-lo-sapremo-mai-ma-certo-sta-che-non-siamo-eroi-il-m
Pochi uccelli Stephen preferiva ai succiacapre, ma non era stato il loro canto a farlo scendere dal letto. Rimase fermo, appoggiato alla ringhiera, e poco dopo Jack Aubrey, in un padiglione presso il campo di bocce, ricomincie² a suonare con grande dolcezza nel buio, improvvisando solo per se, fantasticando sul suo violino con una maestria che Stephen non aveva mai conosciuto in lui, sebbene avessero suonato insieme per tanti anni.[... ] In effetti suonava meglio di Stephen, e ora che stava usando il suo prezioso Guarnieri invece del robusto strumento adatto al mare, la differenza era ancora pie¹ marcata: ma il Guarnieri non bastava a spiegarla del tutto, assolutamente no. Quando suonavano insieme, Jack nascondeva la propria eccellenza, mantenendosi al mediocre livello di Stephen [... ]; mentre rifletteva su questo, Maturin si rese conto a un tratto che era sempre stato cose¬: Jack, indipendentemente dalle condizioni di Stephen, detestava mettersi in mostra. Ma in quel momento, in quella notte tiepida, ora che non vi era nessuno da sostenere moralmente, cui dare il proprio appoggio, nessuno che potesse criticare il suo virtuosismo, Jack poteva lasciarsi andare completamente; e mentre la musica grave e delicata continuava a diffondersi, Stephen si stupe¬ una volta di pie¹ dell'apparente contraddizione tra il grande e grosso ufficiale di marina, florido e allegro [... ] e la musica pensosa, complessa che quello stesso uomo stava ora creando. Una musica che contrastava immensamente con il suo limitato vocabolario, un vocabolario che lo rendeva talvolta quasi incapace di esprimersi.

Patrick O'Brian
pochi-uccelli-stephen-preferiva-ai-succiacapre-ma-non-era-stato-il-loro-canto-farlo-scendere-dal-letto-rimase-fermo-appoggiato-alla-ringhiera-e-poco-dopo-jack-aubrey-in-un-padigl
?Earn cash when you save a quote by clicking
EARNED Load...
LEVEL : Load...